.
Annunci online

  cercocasa Animali da adottare! (blog collettivo)
 
**HELP
 


>>>> Ci trovi anche su Facebook...

Inserisci il tuo indirizzo email

Preview


 


Link:














Sfondi Desktop Gratis Vista  Windows Vista Foto Natura
Statistiche








Cercocasa intende unicamente promuovere
gli annunci dei volontari e delle associazioni
che vogliano aiutare gli animali in difficoltà.
Per quanto ci riguarda, tutte le adozioni
si intendono a titolo gratuito.
Cercocasa invita tutti i volontari
a far sottoscrivere agli adottanti
un
modulo d'adozione, a chiedere supporto
ad un'associazione animalista in loco,
e ad effettuare sempre controlli accurati
pre e post adozione che prevedano una visita
presso l'abitazione degli adottanti.
In ogni caso il blog di Cercocasa
non è responsabile in alcun modo
della gestione delle singole adozioni,
che avvengono a cura delle persone
che indicano i propri recapiti
come riferimenti da contattare.

Per qualunque segnalazione in proposito
scrivere a:
cercocasa.animali@yahoo.it .


2 aprile 2011

*** Aiuta gli animali di L'Aquila con il 5 per mille! ***

 *** Aiuta gli animali di L'Aquila con il 5 per mille! ***

Cuccefelici
 
http://www.cuccefelici.it/2011-5permille.html 

Anche quest’anno è possibile dare un aiuto concreto al nostro operato destinando il proprio 5 per mille dell'IRPEF alla nostra Associazione
Farlo è semplicissimo: nei moduli per la dichiarazione dei redditi (CUD, 730 e Modello Unico) inserisci la tua firma ed il codice fiscale della Sezione di L'Aquila della Lega Nazionale per la Difesa del Cane - 93009090668  - nella sezione “Scelta della destinazione del cinque per mille dell’Irpef”, nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni riconosciute ecc. ecc.". 
Il 5 per mille non costa nulla al cittadino contribuente, è una quota di imposte a cui lo Stato rinuncia per destinarla alle organizzazioni non profit come la Lega Nazionale per la Difesa del Cane per sostenere le loro attività.
Ogni piccolo contributo può rappresentare, nel totale, un grande sostegno
Trasforma la tua dichiarazione dei redditi in un grande gesto di solidarietà.
Grazie alla tua generosità potremo dare ogni giorno più benessere ai trovatelli ospiti del nostro rifugio e ai tanti randagi sul territorio. 
Anche chi non presenta il 730 o 740 può scegliere a chi destinare il 5 per mille, compilando il modulo allegato al CUD e inviandolo ad un CAF, ad un professionista abilitato, al proprio datore di lavoro o consegnandolo a uno sportello di un ufficio postale o di una banca. 
La scelta di destinazione del 5 per mille non è alternativa a quella dell’8 per mille, possono quindi essere espresse entrambe. 
Grazie in anticipo a quanti sceglieranno la Lega del Cane di L'Aquila per la destinazione del proprio 5 per mille!
 
 
Lega Nazionale per la Difesa del Cane Sezione di L'Aquila
S.s. 17 Bis n° 49 - 67100 Paganica (AQ)
p.i  01715890669 - c.f. 93009090668
tel.: 329.9064859 - fax: 0862.602196
www.cuccefelici.com - info@cuccefelici.com
Skype: Cuccefelici
Facebook: www.facebook.com/cuccefelici
Twitter: http://twitter.com/cuccefelici




permalink | inviato da cercocasa il 2/4/2011 alle 17:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 gennaio 2011

Olbia: Le foto sono molto forti, un pugno nello stomaco!!!!!!!!!!!!!!!!

CONTATTARE: Cosetta 333.43.12.878 • www.lidaolbia.it

Le foto sono molto forti, un pugno nello stomaco!!!!!!!!!!!!!!!! ma per noi sono troppi !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Investita e lasciata per più di una settimana in balia di se stessa.
Non ci sono parole per commentare lo sguardo e la tragedia di questo cane. Quante ne abbiamo viste nel
nostro sostegno agli animali ma la situazione di Giovanna è inimmaginabile, così l'abbiamo chiamata.
Investita e lasciata per una settimana in balia di se stessa, trovata per caso........... La persona che l'ha
investita l'ha sicuramente tolta dalla strada ma lasciata in aperta campagna, legata ad un albero. Venuti a
conoscenza di questa ennesima "violenza" perpetrata ai danni di queste povere creature, vittime di noi
umani che di umano non abbiamo proprio nulla. Recuperata e portata in clinica. Le sue condizioni sono
gravissime,la ferita era in necrosi. Adesso stiamo aspettando per poter effettuare l'intervento. Le foto
parlano da sole, che altro aggiungere!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 
per sostenere le spese cliniche:
www.lidaolbia.it/donazioni.html









CONTATTARE: Cosetta 333.43.12.878 • www.lidaolbia.it


10 dicembre 2010

ROMA: (FATE GIRARE VIA WEB) CHIUDE IL CENTRO L'AURIGA A ROMA!

ALLARME DA ROMA, dove per gravi difficoltà, non solo economiche, rischia di chiudere un’importante
realtà dell’ippoterapia.

Quaranta utenti disabili, il doppio "normodotati", dieci operatori e 23 tra cavalli e asini: l’Auriga, che alza
bandiera bianca
denunciando i perchè della chiusura.

Al di là dell’ovvia difficoltà per i lavoratori umani, è serissimo il rischio che corrono gli animali del centro:
protagonisti di tutte le attività, da gennaio rischiano di non avere più una casa.

E questo non per cattiva volontà dei responsabili, ma per l’oggettiva impossibilità di sistemarli in modo
rapido garantendo loro ladignita’ oltre alla sopravvivenza.

Se vuoi dare la tua solidarietà, puoi farlo entrando nel sito
www.lauriga.it e da lì passando per il blog.

Troverai un albero di natale virtuale a cui appendere la tua pallina
e soprattutto potrai lasciare un tuo commento: un gesto simbolico
ma molto importante.






26 novembre 2010

ROMA: Domani sabato 27/11 DOPPIO APPUNTAMENTO A ROMA raccolta cibo e presidio contro il circo!!!

CONTATTARE: Monica 339.82.61.739 mail furetta82@live.it

RAGAZZI BUONGIORNO,
DOMANI SABATO 27 NOVEMBRE PER CHI NON LO SA' CI SARA' UN PRESIDIO CHE DOVREBBE
COINVOLGERCI TUTTI, CONTRO IL CIRCO MOSCA IN VIA TOR DI QUINTO!!!!

http://www.facebook.com/event.php?eid=169919923036673

A QUESTO PUNTO HO DECISO DI UNIRE L'UTILE AL DILETTEVOLE, O DE PRENDE 2 PICCIONI CO NA
FAVA...COME SE DI CE A ROMA :)

NELLO STESSO MOMENTO DEL PRESIDIO SI EFFETTUERA' UNA RACCOLTA CIBO SIA UMIDO CHE SECCO
PER I 400 CANI DEL CANILE COMUNALE DI CASERTA CHE DA LUNEDI' RIMARRANNO SENZA CIBO!!!

http://www.facebook.com/event.php?eid=172760432742448




CONTATTARE: Monica 339.82.61.739 mail furetta82@live.it
 


24 novembre 2010

IL "NUOVO VILLAGE DOG", I GESTORI SONO COSTRETTI A LASCIARE LA STRUTTURA

INFORMAZIONI DI OGNI GENERE: Simona 328.81.11.334
                                                            mail:
micare@virgilio.it

Il “Nuovo Village Dog” costretto a rinunciare alla gestione del canile municipale di
Caserta. Dopo i numerosi appelli, raccolti anche dalla trasmissione televisiva “Striscia la
Notizia”, i gestori della struttura, allo stremo a causa del ritardo dei pagamenti da parte
del Comune di Caserta, sono stati “obbligati” a dire no alla proroga del contratto
di affidamento del ricovero per i quattro zampe.

Nonostante le promesse fatte dai vari amministratori dell’Ente comunale che si sono
susseguiti negli ultimi anni, ad oggi, il Comune di Caserta non ha ancora versato quanto
dovuto alla società che gestisce il canile, che ospita circa 400 animali, a fronte dei 290
previsti dalla convenzione.

Non solo i 110 cani in esubero sono stati totalmente a carico della società gestrice,
l’Ente non ha versato neanche l’ordinario, indispensabile a garantire almeno una ciotola
di cibo che, finora, in ogni caso, non è mai mancata a nessuno dei 400 quadrupedi.
Il grande amore verso gli animali nutrito da chi da anni con abnegazione e sacrificio
lavora nella struttura casertana ha garantito finora protezione, cura e assistenza agli
ospiti del canile che, nonostante tutto, vivono circondati di affetto e di attenzioni.

La situazione, però, è diventata ormai insostenibile, i debiti anche personali dei gestori
hanno raggiunto livelli troppo elevati e per questo, con profonda sofferenza, sono stati
costretti a rifiutare la proroga. Per l’affetto che lega queste persone ai 400 cani del
ricovero casertano, continueranno a fare i volontari accudendo i cani e tenendo sotto
controllo le loro condizioni di salute, nonché continueranno a cercare delle famiglie
amorevoli che possano adottarli. Tuttavia non sarà loro possibile continuare a sfamarli,
si spera, quindi, che il Comune abbia predisposto adeguati provvedimenti per garantire
che almeno i 400 pelosi non muoiano di fame.

EVENTO SU FACEBOOK: http://www.facebook.com/event.php?eid=131722596885176



9 novembre 2010

Peaches, dolce gattina di un anno lasciata dalla propria padrona inglese

CONTATTARE:Claudia tell. (serali) 3356511031, 3475949809, email: clbert@alice.it 





Peaches è una gatta di circa un anno, vaccinata, sterilizzata e affettuosa. La sua padrona è dovuta tornare per problemi di salute urgentemente nel Regno Unito. Peaches è quindi rimasta senza una famiglia. Adesso è alloggiata provvisoriamente presso un ambulatorio veterinario della provincia di Bari in attesa di qualcuno che le ricambi il suo smisurato affetto.

CONTATTARE: Claudia tell. (serali) 3356511031, 3475949809, email: clbert@alice.it 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. gatta squama di tartaruga

permalink | inviato da cercocasa il 9/11/2010 alle 17:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


25 ottobre 2010

EMERGENZA: Bell, cucciola adottata due mesi fa, rischia di essere sbattuta in canile! Cercasi adozione zona Vicenza, Veneto e nord Italia

CONTATTARE:Claudia tell. 3356511031, 3475949809, email: clbert@alice.it

Salve, sono Claudia di Roma. Mi rivolgo a tutticon estrema urgenza.

Bell, una dolce cucciola affidata da me circa due mesi fa a Vicenza adei signori americani, verrà da loro portata al canile della città. La loromotivazione è una presunta aggressività.

Conosco Bell da quando è nata, un vero tesoro,non è mai stata aggressiva. Adesso ha circa sette mesi.

Il problema forse è un altro. Bell è statapresa per far compagnia ad una cannetta più grande. Ora la cagnetta ha avutoquattro cuccioli e forse Bell è gelosa.

O comunque per lei non c'e più posto in casa.

Io sto cercando di farla adottare nellevicinanze di dove si trova, ci vuole qualcuno che con dolcezza

riesca a  farla sentire amata. Anche leimerita un padrone che pensi a lei non in seconda o quinta battuta. Grazie pertutto quello che potete fare,

Claudia



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cucciola in pericolo cucciola veneto vicenza

permalink | inviato da cercocasa il 25/10/2010 alle 14:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 ottobre 2010

Caserta: Striscia torna in nostro aiuto a perorare la causa di Pietro!

CONTATTARE: Simona 328.81.11.334 mail: micare@virgilio.it

Giovedì 14 Ottobre ore 10:00, saremo in loro compagnia al canile Municipale di Caserta!
Le promesse fatte dal Comune non sono state mantenute, sosteneteci con la vostra presenza
in quel giorno!

Facciamo sentire il nostro dissapore e il nostro interesse per il futuro dei piccoli pelosi ospiti
della struttura!

Appoggiamo i gestori ormai disperati e urliamo per il popolo dei senza voce!
Sostenetici... accorrete al Canile!!!!
Per informazioni contattate sempre Simona

p.s.: Chiedo scusa ma nel video vi è un errore nel Canile Municipale di Caserta ci sono circa 400 cani



VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=5aeL9RuNo8Y


CONTATTARE: Simona 328.81.11.334 mail: micare@virgilio.it


8 settembre 2010

Caserta: NATI LIBERI è al collasso.... possiamo dare una mano, anzi una zampa anche a loro?

CONTATTARE: Alessandra 333.42.06.018 - kim94@virgilio.it

Natiliberi attualmente mantiene, a spese delle 3 volontarie rimaste a lottare per tutti gli sfortunati,
15 cani e 22 gatti. Al costo delle pensioni dove sono ospiti i nostri cani (tutti non adottabili in
famiglia per le motivazioni spiegate nelle loro schede identificatve che trovate sul nostro sito
www.natiliberi.net) si aggiungono i costi per l'acquisto di farmaci, mangimi e front line.
Attualmente siamo al collasso. Le donazioni che riceviamo sporadicamente non ci consentono
di soccorrere altri animali e tra quellii che hanno sottoscritto la campagna di affido a distanza,
solo pochi sono veramente e seriamente precisi nel loro impegno.
Non chiediamo soldi, ma aiuti concreti: abbiamo bisogno di crocchette per cani di taglia grande
e medio piccola, crocchette per gatti, scatolette (bocconi) per cani e gatti e front line in fialette
per gatti e cani di tutte le taglie.
Normalmente chiediamo l'aiuto di tutti solo per le adozioni dirette o a distanza, ma in questo
momento della nostra vita non riusciamo più a sostenere tutti i costi di mantenimento degli
animali che abbiamo salvato.
Ringraziamo chiunque possa e voglia darci una mano.

Per le donazioni o le adozioni a distanza il nostro codice IBAN è:
IT23Y0335901600100000006524 • Intestatario: Nati Liberi.

Per la spedizione di tutto ciò che ci occorre il recapito è:
Associazione Natiliberi C/O Alessandra Pratticò,
Via M. Ruta n. 13 (Parco dei Pini)
81100 Caserta.

www.natiliberi.net

ALBUM PER LE ADOZIONI A DISTANZA SU FACEBOOK:
http://www.facebook.com/album.php?aid=1136&id=100000634201804&l=16bb7beca6



Se volete contribuire con il cibo potete aiutare natiliberi acquistando il cibo su zooplus.

  CLICCATE SUL LOGO

OPPURE, POTETE CONTATTARE DUE NEGOZIANTI DI CASERTA:

1) AGRI IANNUCCI, VIA LAVIANO - CASERTA - TEL 0823/328367
2) ENZO SANTONATSTASO, VIA PONTILLO - CASAGIOVE (ce) TEL. 0823/493884


(Dateci conferma del vostro ordine su kim94@virgilio.it così da potervi ringraziare)

Grazie da parte nostra e di tutti i pelosi che abbiamo salvato e che ancora continueremo a salvare.

Alessandra, Ileana, Tina

CONTATTARE: Alessandra 333.42.06.018 - kim94@virgilio.it


31 agosto 2010

FIRENZE: AIUTIAMO STELLINA ANCHE SOLO DIFFONDENDO IL SUO APPELLO

CONTATTARE: felixeisuoiamici@libero.it

Stellina una bellissima gatta tricolore a pelo semilungo tipo Norvegese, la micia ha 5 anni, sterilizzata,
negativa ai test FIV e FELV, in ottima salute,
molto coccolona e dolce. Purtroppo per un grossissimo
problema familiare non la
posso più tenere e devo trovarle una sistemazione, possibilmente su Firenze.
Aiutiamo Stellina a diffondere il suo appello.
Si richiede firma moduli per
adozione e controlli pre affido



CONTATTARE: felixeisuoiamici@libero.it


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. firenze casa aiuto adozione sterilizzata urgente gatta cerca

permalink | inviato da notteblu il 31/8/2010 alle 12:11 | Versione per la stampa


28 agosto 2010

OLBIA: EMERGENZA RANDAGI? INCENERITELI

La nostra associazione, Lida sezione di Olbia con forte determinazione porta avanti la tutela degli animali
abbandonati. Mai ci saremmo immaginati che un consigliere Comunale e regionale potesse rilasciare
dichiarazioni così vergognose ad una testata giornalistica, tra l'altra penso non condivisa dal Consiglio
Comunale di Olbia. Il testo troneggia in prima pagina del quotidiano  "l'Unione Sarda":
EMERGENZA RANDAGI? INCENERITELI

"Il dibattito è aperto. Oggi si capirà come Olbia (ma non solo) accoglierà la soluzione anti-randagismo
lanciata da Gianfranco Bardanzellu.

«Davanti a un'emergenza bisogna avere il coraggio di misure forti. E anche impopolari. Per fronteggiare il
randagismo, in attesa di migliorare le strutture di accoglienza, educare alla sterilizzazione e punire chi
abbandona gli animali, sarebbe opportuno incenerire i cani abbandonati». Gianfranco Bardanzellu l'ha messo
nel conto. Sa bene che oggi rischia di avere Olbia contro (ma non solo). Però il consigliere Pdl, regionale e
comunale, ci crede in quella soluzione che mai nessuno, prima, aveva osato dire.

CASO OLBIA Nasce guardando la piana di Colcò, la proposta di Bardanzellu. Perché lì i randagi sono
settecento, lì nell'unico canile della città che sembra il ghetto degli amici a quattro zampe. Segni particolari:
randagi. E gli ultimi centoquattro sono stati abbandonati in quaranta giorni, dal primo luglio al 10 agosto.
Un'emergenza. Non solo in casa Lida (lega italiana difesa animali) che gestisce la struttura con sette
volontari. Ma anche per il rappresentate Pdl della massima assemblea sarda. Certo, i punti di vista sono
diversi.

LA PROPOSTA Bardanzellu ragiona per punti, mentre accompagna la sua strategia anti-randagismo.
Così la premessa: «Sono un cacciatore. Cani in casa ne ho, in famiglia ne abbiamo sempre avuti.
Ma io non mi sento meno animalista di quanti preferiscono lasciare settecento animali dentro un recinto.
Giorno e notte. E senza la speranza che qualcuno restituisca loro la libertà». Quindi il secondo passaggio:
«Non ho mai pensato che incenerire i randagi debba essere la costante, tantomeno un'abitudine.
Piuttosto è una misura eccezionale, perché l'emergenza è eccezionale. Io, nel breve periodo, non vedo
altre soluzioni».

LA RIFLESSIONE Il consigliere regionale si ferma un istante. Recupera due ritagli di giornale e va avanti:
«Prima a Merano, poi a Roma, un presa canario e un pitbull si sono lanciati dal balcone. Erano disperati, i
loro padroni li avevano lasciati soli. Dietro la rete di un canile sarebbero stati più felici». Bardanzellu ne fa
semmai una questione di moralità: «Dire inceneriamo i cani è impopolare. Perché significa togliere la vita a
un animale. Ma non ci vogliamo rendere conto che Comuni e Regioni non hanno i soldi per creare nuove
strutture, o ammodernarle, malgrado sia previsto da una legge del 2003, la 376. Il randagismo ha un costo
sociale che gli enti locali non riescono più a sostenere. Nessuno, però, ha il coraggio di dirlo. Io sì, e
ribadisco l'eccezionalità della misura». Bardanzellu porta un esempio: «Quando un amministratore dice che
non si possono aumentare le risorse per la povertà, a volte nemmeno si protesta. Io non credo sia più
amorale un provvedimento necessario a risolvere un'emergenza, per quanto duro».

IL PERCORSO Poi il pensiero si sposta sulle sterilizzazioni: «Tanti Comuni, e la stessa Lida, le fanno
gratuitamente. Ma non è così automatica la riduzione del randagismo. Ogni percorso sociale, di educazione
e condivisione, si fa per tappe. Ci vuole tempo». L'esponente Pdl, alla fine, la dice diretta: «A ben vedere,
bisogna abbattere gli steccati della falsa moralità». Poi continua su un altro fronte ancora: «È troppo facile
contestare la sperimentazione scientifica sugli animali, quando sappiamo tutti che senza quel sacrificio non si
potrebbero salvare milioni di vite umane. Con la politica dei due pesi e delle due misure non si va lontano».
"ALESSANDRA CARTA"

Noi umani non sappiamo fare altro che UCCIDERE, UCCIDERE, UCCIDERE , non sappiamo chiedere altro che
SANGUE… esseri senza sensibilità, per voi si risolve il problema solo uccidendo…  Noi come la Romania,
come la Cina.
E per favore, chi riceverà questa nostra e mail informi chiunque, comunichi al mondo intero come un
consigliere regionale vorrebbe risolvere un problema per il quale noi animalisti lottiamo da anni.
I politici?????? Una classe, moltissimi di loro, con eccezioni alle regole, mostruosamente cieca alla
sofferenza del non umano. Tengo a precisare che il nostro sindaco di Olbia Onorevole Gianni Giovannelli
non condivide affatto il pensiero del Bardanzellu, questo è quanto riportato dallo stesso: "Voglio solo
affermare che l' amministrazione comunale di Olbia, da me rappresentata, in qualità di sindaco, non
condivide affatto quanto affermato dall'On. Bardanzellu. Credo che sia stata anche inopportuna, da parte
del quotidiano regionale... l'Unione Sarda, la pubblicazione dell'articolo giornalistico. Non vorrei che questo
eccitasse squilibrati propositi di violenza nei confronti degli incolpevoli animali da parte di persone incivili
che meritanebbero punizioni esemplari. Rendo invece il giusto merito e la doverosa riconoscenza a quanti,
associazioni e privati, che pur nelle mille difficoltà, offrono amore e e serio impegno civico nell'ambito della
tutela e del rispetto degli animali".

Troppi cani sono un pericolo per la società? Bene, ma non è forse vero che noi uomini siamo un pericolo
ben più grave?
Esistono le soluzioni,  il problema non è stato risolto neppure con l'abbattimento dei cani, pratica diffusa sino
al 1991, vuol dire che alla radice della questione non ci sono i randagi, bensì il controllo del territorio inteso
come cuccioli abbandonati. All’origine di tutto questo c’è un essere senza morale, l’uomo.
È l’uomo che prende i cani e li abbandona, perché l’amore è fatica. È responsabilità. È impegno.
Il cane non è una merce. Non si prende al supermercato. Non lo butti nella spazzatura. Il randagismo non è
un’invenzione dei cani. È menefreghismo, vigliaccheria, avidità. Tutti difetti umani.
Per quanto riguarda le soluzioni al problema, le sterilizzazioni sono ovviamente il rimedio più efficace ma di
tutti i cani. Ricordiamo che la sterilizzazione fu introdotta nel 1991 dal legislatore come una misura di
prevenzione del randagismo, in quanto allora si ritenne che attraverso tale operazione si sarebbe evitata
l'uccisione di animali randagi.Dal 1991 sono passati 19 anni !!!!!!!!!! ed il problema persiste.
Una seria politica che preveda censimento, sterilizzazione e condizioni dignitose all'interno dei canili ha
come obiettivo tanto la tutela dell'uomo, quanto quella degli animali.
Se il Bardanzellu  avesse ascoltato le richieste che per anni noi come associazione animalista le abbiamo
rivolto, forse oggi i canili sarebbero meno affolati. Sono decenni che noi chiediamo la sterilizzazione gratuita
degli animali ma dov'era il Bardanzellu quando facevamo articoli sui giornali mostrando il problema grave
che si stava accentuando?????? Le ricordo però , nel caso nostro, che il sovraffollamento del canile di Olbia
dipende dall' inciviltà di tanti cittadini che non sterilizzano ed abbandonano gli animali nei cassonetti e
davanti al rifugio.
Ma noi umani quando lo capiremo che non siamo soli sulla terra? Che esistono altri esseri e che fare loro
quello che facciamo è vergognoso, è osceno. Ma avete mai sentito le alte istituzioni o il Papa dire una sola
parola sugli orrore perpetrati ai danni degli animali?????? I soldi non ci sono???? Peccato che per i fuochi
d'artificio vengono sempre trovati!!!!!!!!! E’ importante che si comprenda come non potrà mai esistere un
vero sviluppo economico e sociale se ad esso non si accompagna anche la qualità sociale.

Il randagismo non si risolve chiudendo i cani nei canili ma sterilizzando, i canili devono essere strutture di
accoglienza e di transito non di prigione a vita.
Per quanto riguarda l'ultimo argomento trattato nell' articolo,  vivisezione, inviterei il Bardanzellu a leggere
qualche buon libro per documentarsi:

"La mafia sanitaria", M. Schär-Manzoli; Ed. ATRA (*), 1994
Questo libro parla dei business che si celano dietro al mondo della ricerca medica che prospera grazie
all'inganno della vivisezione.


"Mondofarmaco", O. Li Rosi, M. Montemagno; Ed. FCE, 1998
In questo libro gli Autori descrivono i rapporti tra l'assurdità scientifica della vivisezione, i colossali interessi
economici delle case farmaceutiche e la pericolosità dei farmaci derivati dalla sperimentazione animale.


"Quando l'uomo si crede Dio - gli animali e l'ingegneria genetica ", S. Cagno; Alberto Perdisa
Editore, 2000
Libro agile e nel contempo completo su argomenti di fondamentale importanza per chiunque si occupi di
bioetica, vivisezione e diritti animali: clonazione, ingegneria genetica, vegetali e animali transgenici,
xenotrapianti.

 
L'amore per gli animali nasce dall'amore per le persone. In una sola parola, civiltà.
Mi auguro che anche Lei legga questo che abbiamo scritto.

Cosetta Prontu
 www.lidaolbia.it 




UNIONE SARDA 28 Agosto 2010





30 luglio 2010

Olbia: Erano in mano ad un romeno,li coccolava, loro stavano morendo come i suoi cinque fratellini, rigidi accanto a lui.

A modo suo lui li "amava" a modo suo li voleva salvare ma poi disperato ci ha chiamato,
nella sua lingua, abbiamo capito che qualcosa non andava, loro due freddi, le gengive bianche
e pieno di zecchine e pulci, un'invasione.
L' abbiamo presi e portati subito in clinica. Mentre corriamo in clinica mi sento mancare.
Abbiamo troppi conti da pagare, non possiamo più farcela, mi sembra di camminare
"sulle sabbie mobili", mi sembra che noi non potremmo farcela a "rialzarci". Non solo, sono
le venti due dobbiamo fare in fretta, dobbiamo farle anche la trasfusione. Loro sono gravi ma
forse ce la faranno, infatti... dopo due giorni li portiamo al rifugio, continueremo li le cure e che
"l'uomo con la bilancia" ci aiuti... La speranza resta ed è da li che attingiamo le nostre forze...
nel continuare a camminare in queste "sabbie mobili".... nonostante tutto.
Se noi non credessimo a questo saremmo già "finiti" per tutto ciò che accade intorno a noi.
Io, personalmente, ho sempre creduto nella speranza ed di là di ogni nostro pensare non si
può negare la nostra realtà: io credo che anche questa volta non ci lascerete soli, ne siamo
sicuri e che "CI TENDERETE" IL VOSTRO SOSTEGNO.

Aiutali se puoi.

 











per aiuti con cibo e farmaci
Lida Sezione di Olbia
c/o Prontu Cosetta - Via Messico, 59 - 07026 Olbia (OT)

 


24 luglio 2010

NAPOLI: LUPETTA RITROVATA A BAGNOLI SU UNA SPIAGGIA (SPARITA DALLA VILLA COMUNALE)

CONTATTARE: Alessandra 339.13.67.543 - mail: joe-1966@alice.it

Ho ritrovato lupetta grazie ad una animalista di bagnoli ma.... Sta malissimo.
Si è insediata li in un lido di via napoli dove non amano i cani, l'ho trovata denutrita, assetata,
dimagrita tanto, sporca ma soprattutto avvilita e spaesata.
Non ha acqua ne cibo, mangia quello che cade dalle colazioni dei bagnanti.
Purtroppo sono stata costretta a lasciarla li perche' lupetta odia i gatti e io ne ho 5 a casa...
Ma andarsene e' stato straziante.
Piangeva disperata, cercava di seguirmi, era angosciata e sola e a me si spezzava il cuore ma
ho preferito cosi perchè mi hanno detto sul posto che da 10 giorni non si allontana dalla spiaggia
e cosi sono sicura di ritrovarla.

Invece se la riporto in villa ho paura di perderla di nuovo.
Non so perchè si è allontanata dalla villa, potrebbero averle fatto del male o averla spaventata,
riportarcela era troppo rischioso ma e' anche vero che io non posso andare tutti i giorni a bagnoli
per accudirla perchè è lontanissimo dalla zone in cui io abito... Oggi ci ho messo piu di 50 minuti
solo ad andare per verificare che fosse lei

Ora davvero non so cosa fare, ad agosto non troverò mai una adozione, infatti anche la famiglia
che mi aveva dato la garanzia di prenderla al momento buono si è defilata e lupetta è rimasta
sola e abbandonata su quella spiaggetta

Ho pensato di metterla in una pensione almeno per il mese di agosto e settembre, generalmente
ad ottobre le richieste di adozione riprendono e potrei sistemarla ma ho bisogno di qualcuno che
mi offre uno stallo o di aiuto economico per la pensione, mangiare etc.

Vi prego se potete aiutarmi ve ne sarei grata, io non ce la faccio da sola ad accudire anche lupetta
dal momento che tra cani abbandonati e colonie di gatti che hanno partorito in questo periodo
purtroppo sono gia fullimmersion economicamente

Il mio num di postepay è 4023 6005 5445 1072 intestata ad alessandra piperno
La mia mail è joe-1966@alice.It e il mio cell 339-1367543

Aiutatemi ad aiutare lupetta vi prego

============

E' sparita tra domenica 11 e lunedi 12 luglio dalla villa comunale di Napoli questa cagnolina che era stata
messa li dall'Asl come cane di quartiere.Risponde al nome di lupetta, ha circa 1 anno, è sterilizzata, ha il
tatuaggio asl 5 sotto la pancia, è tutta nera ed è particolarmente docile e buona.
E' stata vista una signora che con il mangiare l'attirava fuori dalla villa comunale verso san pasquale a
chiaia. Dato che in molti di noi ce ne stavamo occupando e siamo tutti molto preoccupati per la sua
scomparsa vorremmo solo sapere se è stata adottata, se sta bene ed è in buone mani.
Chiediamo quindi la cortesia alle persone che l'anno presa di dare notizie telefonando al numero
339-1367543 - Alessandra - solo ed unicamente per sapere se lupetta sta bene e nel caso per contare
sul nostro aiuto semmai ce ne fosse bisogno....






CONTATTARE: Alessandra 339.13.67.543 - mail: joe-1966@alice.it


19 luglio 2010

Olbia: Solo dei criminali possono aver fatto questo: Ci hanno abbandonato davanti al rifugio 15 gattini, tutti malati agli occhi.

GLI ABBANDONI E LE MALVAGITA' CONTINUANO!!
Abbiamo voluto darle un nome a questo gattino che sta lottando con tutte le sue forze per vivere, lui vuole
vivere, le nostre speranze si stanno affievolendo, adesso si sono aggiunte anche le crisi epilettiche, tutte
dovute al forte trauma subito. L' abbiamo voluta chiamare Luce, speriamo piccina mia che quella "luce"
possa aiutarti. 


http://www.lidaolbia.it/appelli/gattino14-07-10.html







14-07-2010 - Lasciata per più di un'ora agonizzante in mezzo alla strada.
Una macchia in pezzo alla strada, sembra un pezzo di carta, c'è il sole  e non si vede bene, passa
il pullman e le passa sopra, arrivo, una frenata pazzesca, è un gattino in mezzo ad una pozza
di sangue, fermo la macchina e scendo. Dal secondo piano del palazzo di fronte mi sento dire?
E' vivo? Credevo fosse morto..., la guardo, quasi la fulmino: ha lasciato questo esserino in mezzo
alla strada, ma io credevo fosse morto.... è li da più di un'ora..... La guardo, non ho parole per
risponderle, le dico: come ha fatto a non scendere e non soccorrerlo, anche se fosse stato morto
come può averlo lasciato in mezzo alla strada. Lo raccolgo, piange, un pianto disperato.
Corro in clinica, la sua situazione è gravissima. Viene stabilizzando, dopo un paio d'ore apre gli occhi.
Ancora è in prognosi riservata. Non so se si salverà, non so se le sue funzioni vitali siano state
compromesse.
Domani sarà visistato dal neurologo. Domani vi aggiorneremo.Tante cose non so ed alle quali non
so dare una risposta.
La piccolina è in clinica, aiutala se puoi.




Solo dei criminali possono aver fatto questo

Ci hanno abbandonato davanti al rifugio 15 gattini, tutti malati agli occhi.

Quando il gioco diventa pesante questo diventa troppo insopportabile. Ci sono dei criminali
chiamati Uomini, nella notte compiono dei reati sugli animali e sugli umani, indisturbati
come i vigliacchi agiscono. Domenica davanti al rifugio abbiamo trovato uno scatolone con
15 gattini, gattini tutti malati, tutti bisognosi di cure, e si un colpo "mortale" ci hanno inferto.
Noi siamo disperati, dove possiamo mettere 15 gattini? Noi gestiamo un rifugio con 700 cani,
abbiamo tutti i luoghi pieni anche perché abbiamo tantissimi cuccioli in terapia. Oggi
mentre parlavo con Sergio, i gattini erano nelle gabbie di degenza dei cani, spaventatissimi,
pensavamo che forse dovremmo acquistare delle casette in legno per fare una specie di gattile
ma noi non abbiamo i soldi per fare tutto questo, non so proprio come risolvere la situazione,
non si possono tenere ammassati dentro i trasportino e poi... in mezzo ai cani? Non trovo
nemmeno più le parole per descrivere la nostra situazione. Sono veramente amareggiata dal
comportamento di questi criminali. Ho anche la vaga sensazione di chi possa essere stato,
non ne ho la certezza ma il pensiero è forte: lunedì scorso ho ricevuto una telefonata da un
"signore" di Arzachena che in altre occasioni noi abbiamo aiutato, sempre in casi disperati,
mi ha chiesto se poteva portarci 15 gattini, naturalmente la mia risposta è stata: ma stà
scherzando!!!!!! e dove li mettiamo noi i gattini.... non abbiamo posto, perchè non ha
sterilizzato??????????

Ecco la nostra situazione, disperata e terribile. Aiutaci ad aquistare almeno due casette in
legno, potremmo metterle in un posto riparato dove poter tenere i gattini bisognosi di cure.
Questa è la casetta che vorremmo acquistare:   
www.gardendeco.it/product_info.php?cPath=26&products_id=45  

per donazioni: www.lidaolbia.it/donazioni.html


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. aiuti gatti cani olbia donazioni lida arzachena

permalink | inviato da notteblu il 19/7/2010 alle 20:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


5 luglio 2010

Olbia: La LIDA continua avere emergenze cuccioli

Siamo in completa EMERGENZA:
Tutti i giorni davanti al rifugio o nella spazzatura una scatola con cuccioli, noi non possiamo piu' farcela,
ormai non siamo piu' in grado di fronteggiare tutte queste emergenze. Ogni angolo possibile ed
inimmaginabile è pieno di cuccioli.  Provate ad immaginare cosa significhi accudire tutti questi cuccioli:
cifre impossibili da sostenere e poi vederli anche star male, ne abbiamo 15 ricoverati tra la clinica ed al
nostro ambulatorio, siamo sfiniti.
AIUTATECIIIIII
www.lidaolbia.it



















www.lidaolbia.it


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. emergenza aiuti abbandoni cani cuccioli olbia lida

permalink | inviato da notteblu il 5/7/2010 alle 23:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 giugno 2010

Olbia: Mariuccia: quanto dolore riesce a sopportare la tua anima??????

Strana domanda, eppure io mi son reso conto che è una delle domande principali che tutti i giorni
riesco a farmi e poi.... incontro te, piccola creatura, cosa hai passato?
Io credo, che gli animali sanno soffrire diversamente da noi.... con una dignità che noi umani,
nemmeno lontanamente possediamo...
Non so neanche perché sto scrivendo... forse perché ho bisogno di urlare. Forse  ho tutti i motivi
per essere disperata.... è che a volte mi sembra di non vedere più la luce. Dire che non ce la faccio
più, sembra quasi monotono e poco originale... ma come potrei definire altrimenti la nostra situazione,
tutti i giorni un soccorso di una creatura che forse un giorno "era un cane" ma noi.... le forze mancano.
Chiedere aiuto? e quante volte lo faccio? Spero e forse anche Mariuccia riusciremo a salvarla, non lo,
ormai le mie parole non escono più, siamo "sfiniti" come lei. Andate nel nostro sito www.lidaolbia.it,
guardatevi le date dei soccorsi, guardate se potremmo MAI sopperire a tutte le spese per curare questi
animali, figli di un "dio minore", io direi figli dell' indifferenza. L'abbiamo soccorsa sul ciglio della strada,
raggomitolata su se stessa, sembrava un ammasso di ossa e peli... lei immobile, ci siamo avvicinati, si
è lasciata prendere " tra le braccia", noi l'abbiamo accolta ma adesso tocca anche a te fare qualcosa
per lei, noi abbiamo troppe emergenza ed è la fine se non arriveranno gli aiuti.
Alla fine, io credo, che sono sempre le stesse persone a "soffrire" e sono quelle che concludono di più.
Peccato che non ci sia nessun corso che ti insegni a sopportare il dolore. Ma forse un corso c'è, è che
non ce ne rendiamo conto perché ce l' abbiamo sotto gli occhi in ogni istante: è la vita che
quotidianamente noi al rifugio viviamo.Aiuta se puoi Mariuccia... non lasciatela sola!!!!!!!

www.lidaolbia.it





www.lidaolbia.it


9 giugno 2010

Olbia: Ancora l'inferno .... straziante la sua storia... la storia di Francesco

Ancora l'inferno .... straziante la sua storia...la storia di Francesco
Vi meraviglierete anche voi nel leggere l' ennesimo atto di indifferenza perpetrato ai danni di un povero cane, un cane nato chissà , forse randagio, forse diventato.
La sua storia è una storia forse uguale a tante altre ma ad osservarlo ti strappa il cuore. Lo abbiamo trovato rannicchiato sotto un albero, coperto dalle zecche e il corpicino martoriato dalle piaghe, una corda al collo, strappata..... Lo abbiamo portato in clinica e la prognosi è stata:
Lesione neurologica al treno posteriore con entrambi i legamenti rotti delle zampe posteriori. Allo stato attuale è inoperabile, morirebbe sotto anestesia, le sue analisi sonno terribili. Cammina portando tutto il peso del corpo davanti.Non conosciamo i motivi che hanno causato il suo stato ....abbiamo solo  sospetti e non ci sono le prove, sicuramente è stato tenuto in spazio molto stretto che hanno causato tutta " questa violenza". La nostra speranza è che si sia trattato solo di una terribile disgrazia, perchè se così non fosse ci sarebbe da vergognarsi per tutta la razza umana. Perchè le vere bestie sono quelle persone che maltrattano gli animali.Noi ormai siamo terribilmente incapaci di fronteggiare tutte le emergenze " che incontriamo" . L'abbiamo chiamato Francesco. Aiutaci se puoi anche tu ad aiutarci a restituirle una dignità, noi ci proviamo ma da soli..... Avrà circa tre/quattro anni.

www.lidaolbia.it
per aiuti : http://www.lidaolbia.it/donazioni.html









7 giugno 2010

Olbia: Mangiata dalla malattia, mangiata dall'indifferenza di chi gli è "passato accanto".... Antonina

Noi abbiamo sempre cercato di fare, di salvare tanti animali.... abbiamo fatto spesso
"braccio di ferro col destino", quel destino crudele che si accanisce contro delle creature
"invisibili". Il destino è sempre più forte di noi, ha  troppe volte  provato a mollarci
"dei vigorosi fendenti", spesso siamo riusciti a "schivarli", alcune volte ci hanno sfiorato,
alcune altre, come quest'ultima, ci hanno colpito, se non a morte, in maniera però molto
grave................ un'altro "pugno nello stomaco" e si quanti pugni noi riceviamo, questa
volta è lei Antonina. Siamo stati chiamati, lei giaceva sul cigno della strada, accucciata sotto
un albero, piena di zecche e in queste condizioni, completamente disidratata, lei è ciò che
rimane di un cane, mangiato dalla malattia, mangiato dall' indifferenza di chi gli è "passato
accanto"... e questo fa più male, guardarla ti stringe lo stomaco, lei ti guarda con gli occhi
quasi spenti, lei è li inerme con uno sguardo che ti chiede aiuto. Non so se riusciremo a
salvarla, le sue condizioni sono gravissime, tutto il suo stato generale è in pessime condizioni.
Appena avremo i risultati delle analisi provvederemo a ragguagliarvi. Che dirvi? non lo so,
no so più cosa pensare, aiutala se puoi, noi ci stiamo provando.  www.lidaolbia.it













Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lida olbia abbandoni maltrattamenti aiuti rogna

permalink | inviato da notteblu il 7/6/2010 alle 22:19 | Versione per la stampa


1 giugno 2010

Urgente: la società in cui vivono chiude e non si sa che fine faranno (adottabili Roma, centro e nord Italia)

CONTATTARE: Barbara 392.9972763 - Nella 331.2173567,

stregagatta@gmail.com

Da: http://www.stregagatta.it/Adozioni/Dettaglio.aspx?id=9911

Ci occupiamo di questi cani da 6 anni, da quando la società per la quale lavoriamo ha preso servizio nello stabile dove ora questi cani vivono.Alcuni li abbiamo trovati lì, altri se ne sono giunti mano mano, nel tempo.... Purtroppo alla fine di giugno il servizio terminerà. E I CANI ??? Per le due cagnotte molte anziane (19 e 16 anni) troveremo una pensione, ma per loro 3 vorremmo tanto trovare qualcuno che li prenda con sè...Non hanno mai conosciuto una calda casa accogliente, un padrone tutto per loro ...Nell'ultimo anno gli è stata tolta anche la libertà, quando il proprietario dello stabile ci ha obbligato a costruire e a metterli in un recinto, erano abituati a scorrazzare come e quanto volevano ...

Il primo che vedi si chiama Nero, ha circa 6 anni, è un piccolo incrocio di pit-bull, molto dolce con le femmine, no con i gatti, affettuoso ma diffidente con gli umani.




La seconda si chiama Asia , ha circa 3 anni, incrocio pastore tedesco, molto timida ma anche molto dolce sia con le persone che con i suoi simili.


La terza si chiama Chicca, ha circa 5 anni, forse incrocio con rottweiler, è molto buona, dolce, affettuosa e giocherellona con tutti!



Grazie di cuore!
ADOTTABILI IN TUTTO IL LAZIO E CENTRO-NORD
Barbara 392.99.72.763 - Nella 331.21.73.567, 
stregagatta@gmail.com


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cani in pericolo

permalink | inviato da cercocasa il 1/6/2010 alle 14:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


21 maggio 2010

Aiuti per i randagi di Catania

Siamo un gruppo di volontari operanti generalmente nelle zone più disastrate di Catania e provincia. Principalmente ci occupiamo di cani randagi, li sfamiamo e li curiamo sul territorio; ci occupiamo anche di far adottare i cuccioli, e sosteniamo, da soli, “tutti” gli oneri che ne derivano, come antiparassitario, vermifugo, vaccinazioni e varie spese veterinarie, con immensi sacrifici. Cerchiamo anche di sterilizzare le cagne randagie, combattendo contro l’ostruzionismo delle persone che non riescono a capire l’importanza di questo gesto (meno cagne fertili – meno accoppiamenti – meno parti – meno cuccioli – meno randagismo), soprattutto nelle zone in cui il randagismo è a livelli altissimi. Cerchiamo così, di aiutare le zone di cui ci occupiamo, in cui ci sono già abbastanza problemi per le stesse persone che ci vivono (zone poverissime, dove il degrado regna sovrano tra l’indifferenza generale, dove il randagismo è l’ultimo dei problemi e non ci sono strutture adeguate che possano migliorare la vita dei cittadini). La disoccupazione è il più grande problema, ci sono famiglie, con bambini, che vivono in edifici abbandonati, senza acqua o luce. Eppure, ci sono persone che nonostante siano già in difficoltà, si occupano amorevolmente e come possono dei cagnolini randagi della zona. Ho cercato di spiegare al meglio la situazione in cui viviamo e che cerchiamo giorno per giorno di migliorare. Se tu, puoi darci una mano, aiutaci! Abbiamo bisogno di aiuti di tutti i tipi: volontari che possano aiutarci con stalli o che si uniscano a noi, andando nelle zone in cui c’è bisogno di intervenire, farmaci (appena comprati, già utilizzati o anche con scadenze a breve termine, di cui troverete una lista qui sotto), cibo (secco e umido, per cuccioli e adulti), accessori (ciotole, guinzagli, collari, cucce, coperte), pane duro ecc… se avete qualcosa anche un po’ rovinato e volete buttarlo, non fatelo! Datelo ai cani più sfortunati. Se abitate a Catania o nei pressi di Catania e volete anche solo guardare ciò che noi vediamo giorno per giorno, chiamateci, vi porteremo dove potrete rendervi conto, con i vostri occhi, di cosa parliamo. Potete anche visitare il sito http://adottauncucciolo.spaces.live.com/, avrete il piacere di vedere alcuni dei cuccioli che abbiamo salvato dalle strade delle zone di cui vi abbiamo parlato, oppure il sito http://www.adottauncucciolo.weebly.com per adottare un cane bisognoso. Grazie a tutti per l’attenzione.
P.S: farete un grande gesto per noi, anche donandoci solo una siringa. Contattatemi per l’indirizzo a cui spedire.

Farmaci importantissimi, utilizzati ogni giorni a grandi quantità:
•Frontline Combo Spot on, Advantix, Advocate (o altro Antiparassitario)
•Triantelm, Drontal, Milbemax, Nemex Pop, Proncit (o altro Vermifugo)
•Glucantime Fiale (prodotto veterinario)
•Ziloric , Allopurinolo Pillole (prodotti per uso umano prescrivibili dal vostro medico curante)
•Augmentin, Rocefin, Ceftriaxone, Baytril, Keforal, Doprovet 200, Bassapo (o altro Antibiotico umano o veterinario, alcuni
prescrivibili dal vostro medico curante)
•Ringer Lattato, Glucosio – Bottiglie da 500 ml
•Ivomec (prodotto veterinario)
•Rimadyl, Danzen, Ananase, Altadol (o altro Antidolorifico)
•Deflamon Bottiglia da 100 ml (prodotto per uso umano)

Altri farmaci spesso utilizzati:
•Colbiocin, Pensulvit, Tobral, Tobradex (Pomate e Colliri Oftalmiche)
•Tad, Glutatione Fiale (Disintossicanti)
•Legalon, Epato T (Protettori Epatici)
•Ranidil Fiale (o altro protettore delle mucose gastriche)
•Carnitina 500 ml, Stimulfos, Epargriseovit Fiale, VMP Tavolette (Vitamine)
•Siringhe, Farfalle


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Offerte donazioni raccolte

permalink | inviato da elyepeppe il 21/5/2010 alle 0:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 maggio 2010

NAPOLI: I CANI DI ENEA... DOPO LA PRIMA FOTO NON HO AVUTO IL CORAGGIO DI GUARDARE LE ALTRE... VI PREGO DI AIUTARLI...

Contattare: Lucia 3482698513
lucia.d@libero.it

Tempo fa io e Lucia abbiamo chiesto aiuto per i cani di Enea, un clochard
che ha tantissimi cani. Tempo fa un po' di pappe sono arrivate ma ahimè
i cani mangiano sempre, non una volta al mese, e dopo un mese la situazione
é peggiorata. Ragazze le foto parlano da sole... questi cani hanno bisogno di cure,
di ANTIPARASSITARI, DI COLLARI SCALIBOR .
Il loro sangue sta nutrendo le zecche, sono invasi dalle zecche e dai parassiti.
Per ogni cane ci vuole quasi un flacone di frontline combo. Lucia é disperata, 
tutti i cani avrebbero bisogno di essere toelettati, di essere ripuliti e avrebbero
bisogno del collare scalibor.



Ragazze non aggiungo altro, io non riesco a esprimere la rabbia e il dolore che
provo a vedere  queste foto. Vi prego, se volete potete inviare  gli antiparassitari
specifici per le zecche (no stronghold)  direttamente all'indirizzo di Lucia che é il seguente:

VIA ARCO FELICE VECCHIO 4  80078  POZZUOLI  (NAPOLI)

allego anche il suo numero di poste pay per un eventuale contributo.  
poste pay n.
4023600458286624 intestata a Lucia Di Fraia.

Grazie di cuore a tutti!




permalink | inviato da lalli67 il 13/5/2010 alle 14:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


23 aprile 2010

Il 5 per mille alle Lega del Cane di L'Aquila: aiuta anche così gli animali colpiti dal terremoto.

Il 5 per mille alla Lega del Cane di L'Aquila.

Aiuta anche così gli animali colpiti dal terremoto.

Anche per quest'anno, come accade dal 2008, è possibile destinare il proprio 5 per mille alla Sezione di L'Aquila della Lega Nazionale per la Difesa del Cane.
è un modo semplice e veloce per essere vicini alla nostra opera ed aiutare in modo concreto tutte le nostre attività.
Farlo è semplicissimo: nei moduli per la dichiarazione dei redditi (CUD, 730 e Modello Unico) inserisci la tua firma e il codice fiscale della Sezione di L'Aquila della Lega Nazionale per la Difesa del Cane - 93009090668 - nell'apposito riquadro ("Scelta della destinazione del cinque per mille").
I redditi sono quelli prodotti nel 2009 e dichiarati nel 2010.
Il 5 per mille non costa nulla al cittadino contribuente, è una quota di imposte a cui lo Stato rinuncia per destinarla alle organizzazioni non profit, come la Sezione di L'Aquila della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, per sostenere le loro attività. Ogni piccolo contributo è un grande sostegno. Trasforma la tua dichiarazione dei redditi in un grande gesto di solidarietà. Grazie alla tua generosità potremo dare ogni giorno più benessere ai trovatelli ospiti del nostro rifugio! La scelta di destinazione del 5 per mille non è alternativa a quella dell’8 per mille:
possono essere espresse entrambe.
La Lega del Cane di L'Aquila, nata nel 1991, gestisce l'unico Rifugio per cani abbandonati della zona ed ospita mediamente 400 cani.
La nostra idea è quella del Rifugio non come prigione o come destinazione finale, ma come luogo di transito prima del reinserimento in famiglia: un luogo dove gli animali possano ritrovare la fiducia in sé stessi e nell'uomo e dove possano essere rieducati sia dal punto di vista fisico che psicologico. Per questo lavoriamo ogni giorno per rendere adottabili i nostri ospiti e - con la preziosa collaborazione di associazioni che ci sono vicine - riusciamo a trovare buona adozioni a molti di loro.
L'Associazione - che opera, dal 2000, in convenzione con il Comune di L'Aquila ed accoglie, per tanto, i cani prelevati sul territorio comunale affidati alla struttura direttamente dal Servizio Veterinario della Asl - aiuta - quando possibile dal punto di vista economico, di spazi e di adozioni - anche i cani raccolti in altri comuni limitrofi, accolti presso il Rifugio a totale carico della Lega del Cane.
Nel solo 2009 l'Associazione ha accolto 227 cani del Comune di L'Aquila e 62 di altri comuni; ha affidato 220 cani del Comune di L'Aquila e 38 di altri comuni; in sostanza sono stati affidati circa il 90% dei cani entrati.
Stesso trand si sta avendo in questo inizio di 2010.
I volontari della Lega del Cane sono ogni giorno all'opera, che sia Pasqua, Natale o Capodanno, per accudire i propri ospiti: dopo le consuete operazioni di distribuzione di cibo e acqua e di pulizia, vengono effettuate le terapie sanitarie - laddove prescritte dal veterinario responsabile - e gli ospiti vengono fatti sgambare.
Molteplici anche le attività sul territorio della Lega del Cane di L'Aquila: vengono accuditi cani e gatti randagi e viene fatta una massiccia campagna informativa sugli strumenti per combattere il randagismo, quali la sterilizzazione, l'anagrafe canina e l'adozione responsabile.
La Sezione di L'Aquila della Lega del Cane collabora, in questo senso, con Enti, Istituzioni ed associazioni riconosciute.
Il nostro lavoro è possibile anche grazie alla generosità dei nostri sostenitori, di chi riconosce il grande impegno dell'associazione e ci aiuta concretamente con donazioni di vario tipo (in denaro o in materiali utili).
Con il tuo 5 per mille aiuterai la Lega del Cane di L'Aquila, i 400 ospiti del Rifugio ed i randagi aquilani.
Per info: segreteria di Sezione 329.9064859 -
info@cuccefelici.com.


1 marzo 2010

***L'AQUILA: cucciola di pastore maremmano cerca casa con urgenza***

L'Aquila_
CUCCIOLA meticcia di pastore maremmano cerca adozione. Ha circa un mese ed è molto intelligente e vivace. Nata da una mamma randagia, ha avuto probabilmente difficoltà a seguire gli altri cuccioli ed è rimasta sola, prima di essere soccorsa da una volontaria che ora la sta accudendo a casa sua, ma che non può adottarla né tenerla a lungo.
Per info e adozioni: Annalucia 328.1643384 - annalucia.bonanni@alice.it.
 


1 marzo 2010

***Barete (AQ) - SISMA, splendida pastore tedesco abbandonata dopo il terremoto***

Barete (AQ)_
 
Sisma è un pastore tedesco puro, apparso alla tendopoli di Barete subito dopo il terremoto. Aveva scelto un ragazzo, che dirigeva la tendopoli, come suo padrone, ma questo ragazzo non ha potuto prenderlo con sé.
Alla chiusura della tendopoli il mio vicino di casa, che ha sempre raccolto cani, l'ha presa e messa vicino casa sua, in uno spazio abbastanza grande di sua proprietà, recintato, coperto etc...
Questo cane, femmina, giovane, sterilizzata e microchippata non può uscire perchè un po' aggressiva con gli altri cani maschi e femmine, pur essendo buonissima con le persone e con i bambini, ma il sig. ha 87 anni, ogni giorno le porta da mangiare e di tanto in tanto la mette al guinzaglio per farle fare una passeggiata, ma capisci bene che è un grave rischio.
Il cane ha circa 4 anni ed è buona affettuosa e molto intelligente.
Possibili adottatori devono essere referenziati.
Per info e adozioni: Donatella 335.8123252 - donatella.cimoroni@sanofi-aventis.com.
 

 


19 febbraio 2010

26 cani adulti e 3 cuccioli cercano adozione! (Canile di Tavolara a Castelnuovo Magra, Massa Carrara)

UDA –Ufficio Diritti degli Animali-: Campagna di adozione per 26 cani adulti più tre cuccioli a seguito della bonifica dell’area in via Bassagrande

PER VEDERE LE FOTO DEI CANI:
Link: http://www.comune.carrara.ms.it/Sezioni.aspx?ID=590

Aspettano delle famiglie che li accolgano i 26 cani adulti più tre cuccioli che, dopo la bonifica dell’area in via Bassagrande, sono attualmente ospitati presso il canile di Tavolara a Castelnuovo Magra. 

Il Comune nei mesi scorsi, a seguito di numerose segnalazioni da parte dei cittadini, era intervenuto al fine di sanare le precarie condizioni igienico sanitarie di un edificio presente nella zona del Muraglione: i cani che vi erano stati trovati, dopo essere stati sottoposti alle necessarie visite e profilassi, erano stati affidati a strutture specifiche. Quelli che sono stati trasferiti al canile di Tavolara, sembrano essere particolarmente idonei, per età, taglia e indole, per essere accolti in una famiglia. 
Sebbene, infatti, ricevano tutte le cure e l’affetto da parte degli operatori del canile sarebbe certamente preferibile per loro avere un rapporto stabile con un “padroncino”. L’Amministrazione invita, quindi, tutti a visitare il canile di Tavolara, per conoscere questi amici a quattro zampe, che sono stati sottoposti alle necessarie vaccinazioni e sterilizzazioni e sono iscritti all’anagrafe canina. I volontari del canile sapranno offrire i consigli utili per un’adozione responsabile e per la realizzazione di un corretto rapporto uomo – animale, dai reciproci benefici, aiutando ad individuare la scelta migliore in base al carattere e alle esigenze del cane. 
Per i bambini la visita del canile di Tavolara sarà l’occasione di incontrare questi “nuovi amici”, ai quali sono stati dati i nomi dei più celebri personaggi delle fiabe di Disney: per i genitori potrebbe essere l’occasione di compiere un concreto gesto di solidarietà, adottando uno di questi cani, in attesa di una casa.
L’affido è completamente gratuito: il canile di Tavolara è aperto tutti i giorni con orario 10.30/12.00 e 14.00/16.00 il sabato 10.30/12.00, tel. 0187. 671064.

Le schede, complete di foto, di tutti i cani in attesa di adozione sono consultabili sulsito

INFO
Settore: Ambiente
U.O.:
 Agenda 21 
Ufficio: Via del Plebiscito, 2
Orario apertura al pubblico: il lunedì, martedì e giovedì dalle ore 9:00 alle ore 12:00, il sabato su appuntamento 
Telefono per informazioni: 0585 641476
Fax 0585 641482
E-mail: oberti@comune.carrara.ms.it


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. canile cani da adottare emergenza

permalink | inviato da cercocasa il 19/2/2010 alle 23:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


30 gennaio 2010

Lega del Cane L'Aquila: 30 cucce nuove!

COMUNICATO STAMPA
 
 
Un’altra generosa iniziativa ha coinvolto il Rifugio per cani abbandonati di Paganica, gestito dai volontari della Sezione di L’Aquila Lega Nazionale per la Difesa del Cane: grazie alle associazioni Dogwelcome e Chiliamacisegua, che lo scorso dicembre hanno lanciato una nuova edizione dell’iniziativa “Scalda il mio Natale con una cuccia”,  sono state raccolte numerose donazioni finalizzate all’acquisto di cucce per i rifugi bisognosi.
Nei giorni scorsi sono state consegnate al Rifugio della Lega del Cane 30 cucce così composte: tetto coibentato e smontabile per una facile pulizia interna, copertura realizzata in speciale materiale impermeabilizzato e isolante, rivestito con scaglie di pietra d'ardesia,  verniciatura con tecnica di immersione in impregnante ecologico, antisettico, antimuffa, atossico, repellente all'acqua resistente ai raggi U.V..
Le nuove cucce verranno al più presto montate e collocate all’interno dei box della struttura.
La Lega del Cane ha sempre provveduto personalmente all’acquisto delle cucce per i propri ospiti, facendole realizzare da un falegname di fiducia: non avendo però possibilità infinite, si rendeva necessaria la sostituzione di una parte di queste cucce (appoggiate su pedane e con copertura di ondulina).
Grazie a questa lodevole iniziativa sarà possibile proseguire nella sostituzione delle cucce e far stare gli ospiti il più possibile al caldo e all’asciutto.
Il Rifugio di Paganica ha orientato il suo modus operandi esclusivamente verso il benessere degli animali ospiti e la loro adozione: le cifre dei cani entrati negli ultimi anni e successivamente adottati - che hanno permesso di avere un vero e proprio ricambio e quindi di poter salvare dalla strada un numero consistente di cani - sono importanti e confermano che si sta lavorando bene e andando nella direzione giusta.
Dopo il sisma del 6 aprile, che ha colpito la città di L’Aquila, la Sezione locale della Lega del Cane (nata nel 1991) ha affrontato l’emergenza (tuttora in atto) ospitando i cani smarriti, feriti o in difficoltà e nella maggior parte dei casi ha trovato loro adozione, grazie all’aiuto delle associazioni di tutt’Italia che hanno offerto il loro supporto.
Ringraziamo le associazioni Dogwelcome e Chiliamacisegua per il supporto, l’aiuto e la solidarietà, nonché per tutte le battaglie a favore degli animali che portano avanti con determinazione; grazie a tutte le persone di buon cuore che hanno partecipato e stanno partecipando a questa importante iniziativa.
L’Aquila, 30 gennaio 2010
 
Per info: www.cuccefelici.com - info@cuccefelici.com - 329.9064859
Skype: Cuccefelici
Facebook:
www.facebook.com/cuccefelici
Twitter:
http://twitter.com/cuccefelici


27 gennaio 2010

Lega del Cane L'Aquila: Hanko & Noraya, il viaggio della speranza

COMUNICATO STAMPA
 
 
Un vero e proprio gemellaggio di solidarietà quello che si è tenuto lo scorso 23 gennaio al rifugio dell’Apar (Associazione Piccoli Animali Randagi) di Gallarate (VA): il Comune di Gallarate, tramite delibera, ha infatti deciso di ospitare due cani terremotati di L’Aquila per cercare loro un’adozione.
Si tratta di un caso unico: se la solidarietà, nel campo degli animali, è stata tanta e molte le associazioni che hanno deciso di dare una mano ai trovatelli aquilani dopo il sisma del 6 aprile, il Comune di Gallarate ha ufficialmente – appunto con una delibera – deciso di prendere in carico due cani finora ospiti del Rifugio della Sezione di L’Aquila della Lega Nazionale per la Difesa del Cane.
I due cani, Hanko e Noraya, erano stati affidati al Rifugio aquilano, situato a Paganica, dal Servizio Veterinario della Asl dopo il sisma: Hanko, meticcio lupoide di taglia grande, era stato trovato vagante a Bazzano; Noraya, meticcia di border collie, si era avvicinata alla tendopoli di Santa Rufina di Roio ed era stata segnalata.
Dopo le profilassi veterinarie effettuate presso il Rifugio della Lega del Cane, l’associazione aveva, come d’abitudine per tutti gli ospiti, cercato per loro un affido: nei mesi scorsi l’Apar di Gallarate, associazione che gestisce – fra le altre cose - il rifugio comunale, aveva contattato – tramite la vicepresidente Alessandra Calafà - l’associazione aquilana per proporre il gemellaggio.
Così, una volta sbrigata la burocrazia, effettuate le analisi del sangue (per controllare le principali malattie) e organizzato il viaggio, lo scorso sabato i due cani , accompagnati dai volontari della Lega del Cane di L’Aquila, sono stati accolti dall’Apar e dal vicesindaco di Gallarate, dott. Paolo Caravati: l’accoglienza è stata straordinaria con tanto di rinfresco, palloncini, tappeto rosso ed un box per Hanko e Noraya che è una vera e propria suite.
Per i due trovatelli, subito coccolati – all’interno degli ampi sgambamenti della struttura - dai numerosi educatori e volontari presenti, verrà cercata una buona adozione, controllata nel tempo.
Il vicesindaco Caravati ha dichiarato di voler proseguire questo gemellaggio, aiutando altri animali non appena Hanko e Noraya saranno affidati.
L’Apar ha, inoltre, organizzato una raccolta di materiali per il Rifugio aquilano: con l’occasione del viaggio è stato consegnato un grosso quantitativo di cibo secco e umido per cani, ma anche coperte, trasportini, cucce, detersivi ed altri materiali utili per la struttura della Lega del Cane.
Nel ringraziare, di vero cuore, il sindaco, il vicesindaco e l’amministrazione comunale di Gallarate per questa iniziativa di solidarietà, auspichiamo che anche altri comuni siano sensibili al problema del randagismo e alla tragedia che ha colpito la città di L’Aquila.
Un ringraziamento al consiglio direttivo dell’Apar, ai volontari, agli educatori e a tutte le persone volenterose che ci hanno aiutato e supportato in questo importante evento.
 
L’Aquila, 27 gennaio 2010
 

 


13 gennaio 2010

Lega del Cane L`Aquila: attività sul territorio - le zone rosse.

Sezione di L'Aquila della Lega Nazionale per la Difesa del Cane

 

 

 

 

 

 

Una delle attività della Lega del Cane di L`Aquila, oltre alla gestione del proprio Rifugio per cani abbandonati con i suoi 400 ospiti con la coda, è quella di supporto, sul territorio, agli animali in difficoltà.
Così abbiamo effettuato il consueto giro nella zona rossa di in una delle frazioni limitrofe alla città di L`Aquila per portare cibo e acqua a gatti e cani randagi rimasti da soli.
è sempre triste andare in questi luoghi ormai completamente abbandonati e disabitati e vedere, fra le macerie e la spazzatura, aggirarsi solo animali abbandonati.
Dopo il sisma del 6 aprile abbiamo - compatibilmente con le nostre forze - subito allestito dei punti cibo e acqua per i nostri amici, dove puntualmente ci rechiamo per dare loro un pò di conforto e assistenza.
Ora, anche grazie ai preziosi strumenti di cattura e trasporto generosamente donati alla Lega del Cane di L`Aquila dalla
SICS Tirreno, di cui vi abbiamo parlato qualche post fa, assisteremo questi animali anche con le sterilizzazioni.
Purtroppo quasi tutti i mici che si aggirano in queste zone sono selvatici, per tanto impossibili da dare in adozione e molto difficili da catturare.
Il nostro lavoro è possibile anche grazie alle generose donazioni in termini di cibo per cani e gatti che in questi mesi sono arrivate in Rifugio: continuate ad aiutarci!
Per sapere come
contattateci o visitate la sezione donazioni del nostro sito.
Grazie!


- -

Lega Nazionale per la Difesa del Cane Sezione di L`Aquila
S.s. 17 Bis n° 49 - 67100 Paganica (AQ)
p.i 01715890669 - c.f. 93009090668
tel.: 329.9064859 - fax: 0862.602196
www.cuccefelici.com - info@cuccefelici.com
Skype: Cuccefelici
Facebook: www.facebook.com/cuccefelici
Twitter: http://twitter.com/cuccefelici
 


12 dicembre 2009

R.A.N. Onlus Abruzzo - "SOS Gatti Terremotati": in corso censimento delle "colonie feline"

"SOS Gatti Terremotati": in corso censimento delle "colonie feline"

venerdì 11 dicembre 2009

 

L'Aquila, 11 dic - R.A.N. - Rai Roma Animali Ambiente Natura onlus sede Abruzzo sta effettuando un censimento delle "colonie feline" nella citta` dell'Aquila e frazioni intorno a l'Aquila nel contesto del  progetto "SOS Gatti Terremotati", che ha l'autorizzazione del Sindaco Massimo Cialente ed il Patrocinio del Comune dell'Aquila e quello del Ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla.

I dettagli del progetto sono riportati nel nostro blogspot (http://sosgattiterremotati.blogspot.com) e nel facebook: SOS CATS ABRUZZO.

Questo censimento ha lo scopo di monitorare la situazione gatti nelle zone terremotate per poi offrire assistenza sia alle persone che accudiscono i gatti randagi che agli animali stessi (sterilizzazioni, cibo/cura per ali animali).

L'assistenza gatti NON puo` essere portata avanti senza un programma ben delineato di sterilizzazioni, che richiede anzitutto un censimento delle varie "colonie feline" presente nel territorio, come previsto dalla L.281/91.

Presto saranno stipulate delle "convenzioni" con negozi/fornitori locali per agevolare il lavoro ed impegno economico di tutte le persone che assistono i gatti di strada nelle zone del sisma del 6 aprile.

Pertanto preghiamo tutti coloro che accudiscono gatti randagi nelle zone terremotate sono inviati a contattare al R.A.N ai seguenti contatti: 
339/8606567 oppure 392/8007441 - email: info@ranonlus.org  oppure abruzzo@ranonlus.org.


9 dicembre 2009

LNDC AQ - Anche a Natale aiuti gli animali colpiti dal terremoto di L'Aquila

 

L’Aquila, 9 dic. - Anche per le Feste 2009, la Sezione di L’Aquila della Lega Nazionale per la Difesa del Cane ha deciso di realizzare le iniziative per Natale: sarà possibile aiutare concretamente il Rifugio dell’Associazione ed i suoi 400 ospiti con la coda, ma anche le molteplici attività dei volontari sul territorio.

Con una piccola offerta, oltre ai gadget disponibili tutto l’anno (visibili nella sezione dedicata del nostro sito) sarà possibile ricevere il Calendario 2010, il delizioso PanettonBau e gli speciali biglietti di auguri.

I gadget sono disponibili al nostro Rifugio di Paganica, presso i volontari dell’Associazione, oppure in alcuni punti vendita che generosamente, come ogni anno, hanno messo a disposizione gratuitamente uno spazio per noi.

Quest’anno troverete i gadget di Natale qui:

* F.lli Rossi – Via Ponte Rasarolo – L’Aquila - tel.: 0862.200618;
* Libreria Colacchi - c/o Centro Commerciale “Amiternum”, S.s. 80 – L’Aquila – tel.: 320.4090745 - 348.8132913;
* La Fabbrica di Cioccolato – Zona Industriale di Fossa – Poggio Picenze (AQ) – tel.: 0862.810022 – 340.5101458.

La Sezione di L’Aquila della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, nata nel 1991, è da sempre attiva per tutte le problematiche relative al randagismo canino e felino: dal 1999 gestisce – in convenzione con il Comune di L’Aquila – l’unico rifugio per cani abbandonati dell’aquilano, collaborando costantemente con le istituzioni, con il Servizio Veterinario della Asl e con le associazioni riconosciute.

Dopo il sisma del 6 Aprile, la Lega del Cane di L’Aquila ha immediatamente messo a disposizione i propri spazi all’interno del Rifugio per poter accogliere i cani presenti presso il Canile Sanitario della Asl e per permettere al Servizio Veterinario di soccorrere i numerosi animali (smarriti o feriti) che in quelle ore stavano arrivando. L’Associazione ha, inoltre, distribuito un enorme quantitativo di cibo (secco e umido) – ma anche lettiere per gatti, guinzagli, collari, ciotole, cucce, coperte etc. – ai cittadini con animali al seguito ed ai numerosi volontari che accudivano ed accudiscono randagi in città e zone limitrofe.

Tutte le donazioni distribuite sono state registrate con un apposito modulo, al fine di evitare – in un momento così difficile – sparizioni o speculazioni.

Anche dopo il sisma i volontari della Lega del Cane hanno continuato ad accudire i numerosi cani e gatti randagi nelle zone rosse e non di L’Aquila e frazioni, occupandosi anche di sterilizzare gli animali.

L’Associazione, infatti, da sempre si adopera con tutti i propri mezzi e forze per combattere la piaga del randagismo – molto presente nella provincia di L’Aquila – attraverso gli unici strumenti concreti: sterilizzazione, anagrafe canina e adozione responsabile.

Anche dopo il sisma, infatti, la Lega del Cane ha deciso di mantenere la propria linea in merito all’affido dei propri animali, scegliendo sempre privati, associazioni o strutture referenziate e non dando in adozione cani e gatti al primo venuto solo per fare spazio o numero.

Questo ha permesso di trovare buone famiglie a molti animali accuditi, prima e dopo il sisma, dall’Associazione ed ha reso possibile un vero e proprio “ricambio” nel Rifugio gestito dalla stessa.

Le attività della Lega del Cane, all’interno del Rifugio e sul territorio, sono rese possibili anche grazie alle donazioni che soci, simpatizzanti e sostenitori effettuano; le persone interessate al sostegno degli animali randagi e abbandonati del territorio di L’Aquila possono utilizzare questi riferimenti per aiutarci in modo concreto: conto corrente postale n° 14046676 intestato a Lega Nazionale per la Difesa del Cane Sez. L'Aquila [per i versamenti]; conto Banco Posta IT 61 O 07601 03600 000014046676 - intestato a Lega Nazionale per la Difesa del Cane Sez. L'Aquila [per i bonifici]; Paypal:
info@cuccefelici.com (con Mastercard, Visa, Visa Electron, Carta Aura, PostePay).

Invitiamo le persone interessate a conoscere il nostro lavoro, a visitare il Rifugio di Paganica gestito dai volontari della Lega del Cane, aperto dal lunedì alla domenica dalle 10.00 alle 12.00.

Per qualsiasi informazione o segnalazione, la nostra segreteria è a vostra disposizione: 329.9064859 –
info@cuccefelici.comwww.cuccefelici.com.
 


sfoglia     gennaio       
 

 rubriche

Diario
Cani
Cani taglia piccola
Cani taglia media
Cani taglia grande
Gatti
Gatti pelo corto
Gatti pelo lungo
LAZIO
LOMBARDIA
Altre specie
***Cercasi passaggi
***Offresi passaggi
FINALMENTE ADOTTATI!!!
*Persi o rubati
*Adozioni del cuore: casi difficili, animali disabili*
Bull, molossoidi
Cucciolissimi
**HELP
Deceduti :(
Adozioni del cuore: anziani
*****Iniziative
Video
Intermezzi
Dog e cat sitter disponibili

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

*CERCOCASA cerca blogger: animali.cercocasa@gmail.com
*
*
Scarica il modulo d'adozione da far firmare
ADOTTA (anche a distanza) UN CANE DI PORTO EMPEDOCLE!
*
ANIMALI E DIRITTI network
CERCOCASA network

Attenti ai traffici di animali (vedi il TG2)!
Ecco che cosa accade a un cane abbandonato

*LINK AMICI*
Daniela Condemi
LAV
Lega Nazionale per la Difesa del Cane
Il Vagabondo
La Cincia
Aiuta i molossi
Cinofili Marilù Onlus
Centro cinofilo Eldorado
Giorgio Panariello
Il blog di Oscar Grazioli
Il Ficcanaso Tv
Tocqueville
LiberaliperIsraele
Hurricane_53
AnimalinlineA

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom